Idee per la Città

INDIVIDUARE UNA POSSIBILE STRATEGIA DI SVILUPPO TURISTICO

Lo Studio si propone di verificare in modo operativo, individuando un preciso
elenco di azioni fattibili, una delle possibili vocazioni del territorio, quella turistica, attualmente poco sviluppata e che rischia, in assenza di «politiche pubbliche»,un’ulteriore involuzione. Uno studio che nasce dall’Accordo di Programma siglato nel 2010 dalle Amministrazioni Provinciali di Terni e Rieti e dai due Comuni capoluogofinanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni e dalle Casse di Risparmio dell’Umbria. Terre del velino e del nera

RIETI 2020_Parco circolare diffuso: il progetto assegnato dal CIPE il 3 Marzo 2017 prevede un mix di interventi materiali e immateriali: sostegno finanziario per un sistema innovativo di monitoraggio sismico del patrimonio edilizio pubblico ipotizzato in collaborazione con l’Università di Perugia; fondi per l’adeguamento sismico di edifici privati; progettazioni per il rischio idraulico; recupero di strutture sportive esistenti; riqualificazione delle sponde del fiume Velino e dell’area dell’ex Mattatoio; realizzazione e completamento di piste ciclabili; incentivi ad attività commerciali; promozione di stili di vita salutari. Dunque un pacchetto di strumenti in grado di impattare concretamente sulla sicurezza, l’inclusione sociale, sulla salute, sull’occupazione, sul turismo e l’attrattività generale della città di Rieti.


Il 29 Gennaio 2016, RENA ha presentato alla città il Report che racconta i due anni di lavoro che l’hanno portata a pensare, elaborare e condividere un processo di rigenerazione urbana e territoriale, a partire dall’area industriale ex SNIA Viscosa.  Qui il link per la pagina della Associazione NextRieti per il download integrale del report (53mb)

 

Contributi sui temi dello sviluppo ospitati sul quotidiano Il Messaggero ed. Rieti